sulle orme
imm/chi siamo.jpg
recensioni
med'arte
imm/produzioni.jpg
imm/corsi.jpg
imm/collaborazioni.jpg
imm/contattaci.jpg
 

21 ottobre - ore 21:00
serata progetto residenze 2016 in Sardegna TersicoreaT.Off – Officina delle arti sceniche

 

Compagnia Circadì
BIZART

bizart
In scena Lucrezia Maimone e Álvaro Sebastián Pérez Sobrado
Drammaturgia : Lucrezia Maimone
Messa in scena: Roberto Magro
Collaborazione Disegno luci: Gianni Melis
Disegno luci:Tommaso Contu
Scenografía : Circadì
Costumi: Cinzia Medda
Coproduzione : ZEROGRAMMI, ASMED Balleto di Sardegna
Contributo residenze artistiche : TersicoreaT.Off – Offcina delle arti sceniche
Collaborazione all'allestimento : Is Mascareddas / Teatro MoMoti
Fotografia e video: Roberto Curridori, Federica Liseni

Con il sostegno di : Regione Piemonte, MIBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
Residenze: © TersicoreaT.Off – Offcina delle arti sceniche

"Bizart, nuova pièce sperimentale di Lucrezia Maimone e Alvaro Sebastian Perez Sobrado, in cui confluiscono la straordinaria creatività dei due danzatori-coreografi e le discipline artistiche dell'arte scenica circense.

Una romantica astrazione degli homeless nata dalla fantasia dei due artisti, di temperamento assai diverso anche in scena.“Bizart” parla di una società ciclica dove la sola ricchezza che può esistere è concentrata nelle emozioni più semplici dell’essere umano. La fuga alla ricerca di un mondo migliore, un viaggio che passa attraverso il comportamento della nostra società davanti all’assenza delle proprie abitudini e tradizioni. Lo spettacolo non è un insieme di immagini, ma un rapporto sociale tra le persone, mediato dalle immagini. L’urgenza della ricerca di uno spazio attraverso una storia fantastica e una scenografia semplice e simbolica, dove i personaggi vivono in chiave ironica la relazione tra loro e il dramma che gli unisce: la ricerca, l’incontro e la costruzione di uno spazio dove convivere.

“Attraverso le proposizioni coreografiche mediante il corpo, le sue manipolazioni, i gesti, i movimenti, i due attori-danzatori creano e smontano gli stereotipi della vita di coppia tra grande senso dell'umorismo e dramma esistenziale. La coppia, metafora dell'istituzione, si sfalda tra noia e routine alla ricerca dell'identità dei due individui che le danno vita. La coppia esiste fuori dal tempo, è indifferente all'orologio biologico, perché "finché morte non vi separi".
Malinconici, sottoposti inesorabilmente al tempo vengono dal tempo trasformati nei loro progetti, e in oggetti, di cui essi stessi si impossessano impietosamente, reciprocamente, insensatamente.
Il sogno, l'illusione, il gioco, l'ebbrezza, uniche scappatoie per ritornare individui, con le proprie ambizioni, la percezione di sé. Corpi inebriati di rinnovata vitalità che diventano unici e che, insieme, si tengono in equilibrio, si incastrano, volteggiano nell'aria come trottole, sorridono, si fidano, l'uno dell'altro."
Paola Cireddu

 

Vi invitiamo a prendere contatti presso:
Via Nazario Sauro,6 - Cagliari
tel: 070/275304 - cell: 328/9208242.
e.mail
: tersicoreat.offgmail.com
www.tersicorea.it