2021

La natura ibrida dell'arte scenica contemporanea ha portato alcuni artisti al desiderio di creare il proprio codice performativo. La ricerca e la fusione di diversi linguaggi quali il circo, la danza, la musica e il teatro, ha dato vita ad una catena di dialetti artistici che arricchiscono le poetiche dei creatori.

 

Anatomie teatrali è un percorso formativo concepito per fornire agli artisti gli strumenti necessari alla creazione teatrale multidisciplinare, prefiggendosi inoltre di ampliare la percezione e la consapevolezza delle realtà poetiche contemporanee. Dalla ricerca alla nascita delle idee, dalla scrittura drammaturgica alle tecniche di creazione multidirezionali. I partecipanti avranno la possibilità di conoscere e consolidare un metodo che li porterà a comprendere come mettere in scena le proprie idee creative. Professionisti nazionali ed internazionali condivideranno il proprio sapere dei loro relativi campi artistici e tecnici. L’originalità e la diversità degli artisti ospitati e scelti con cura per il corso di formazione 2021 è in grado di restituire quell’impulso necessario verso la ricerca di un modo alternativo di esprimersi e raccontare.

Rivolto ad artisti di danza, circo, teatro e autori della scena che desiderano acquisire o approfondire le tecniche di creazione teatrale.

La formazione è concepita in due modalità:

ANATOMIE TEATRALI 8 WORKSHOP

8 workshop di tre giornate ciascuno, l’ultima settimana di ogni mese per 8 mesi a partire da gennaio a maggio 2021 e da ottobre a dicembre 2021. I workshop si rivolgono a tutti tipi di artisti e autori professionisti dello spettacolo dal vivo.

(135 ORE)

 

ANATOMIE TEATRALI PROGRAMMA INTENSIVO

Laboratorio di formazione quotidiana di 5 settimane consecutive dal 30 agosto 2021 al 2 ottobre 2021. Questo programma è rivolto ad artisti neo-professionisti che intendano perfezionare la propria formazione.

(220 ORE)

In entrambe le formazioni vi è annessa una programmazione di spettacoli teatrali, definita ASSAGGI DI SCENA: Per il programma intensivo è previsto che i professori formatori presentino le proprie opere con lo scopo di mostrare esempi della poetica che si intende trasferire ai fruitori, e avvicinare il pubblico a questo tipo di rappresentazione teatrale ibrida. Durante il periodo dei workshops, vi sarà una programmazione di lavori in corso d’opera dei partecipanti, con lo scopo di incoraggiare gli artisti a mostrare al pubblico le proprie creazioni, così da sviluppare con esso un dialogo costruttivo propedeutico allo sviluppo della creazione stessa. 

ANATOMIE TEATRALI

8 workshop

GENNAIO 28 | 29 | 30

EDOARDO DEMONTIS

Oggetto:/ Tecniche di manipolazione e di relazione con gli oggetti in scena.

 

FEBBRAIO 25 | 26 | 27

TOMMASO CONTU

Illuminare un’opera

 

MARZO 25 | 26 | 27

GIORGIA GASPARETTO SANTO PABLO KRAPPMANN

Mostro (tutto)

 

APRILE 22 | 23 | 24

VINKA DELGADO La voce intrappolata nel corpo  

MAGGIO 27 | 28 | 29

SARA ANGIUS

Il personaggio e la sua forma

 

OTTOBRE 28 | 29 | 30

JONATHAN FRAU Le Origini Del Corpo Libero

 

NOVEMBRE 25 | 26 | 27

LUCREZIA MAIMONE Il dono dell’imprevisto

 

DICEMBRE 16 | 17 | 18

VALENTINA CORTESE Realtà e rappresentazione stimoli per la creazione

programma intensivo

5 settimane

30 | 31 AGOSTO 1 | 2 | 3 SETTEMBRE

LEILA KA | ALEXANDRE FANDARD

laboratorio: under the flash

6 | 7 | 8 | 9 | 10 SETTEMBRE

SARA ANGIUS | JORGE MENDEZ

laboratorio: la poetica del disastro

13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 SETTEMBRE

JONATHAN FRAU | LUCREZIA MAIMONE

laboratorio: surrealismo subliminale

20 | 21 | 22 | 23 | 24 SETTEMBRE

DANIELE PETTINAU

LABORATORIO: MORTE E RESURREZIONE DELLA BUON ANIMA DI UN CLOWN

VINCENZO DE ROSA COME AMMINISTRARE UNA COMPAGNIA

27 | 28 | 29 | 30 SETTEMBRE 1 | 2 OTTOBRE

SIDE CIRQUE

CREAZIONE FINALE

ANATOMIE TEATRALI

8 workshop

28|29|30 gennAIO

edoardo demontis

Autore e artista circense

OGGETTO:/ Laboratorio intensivo di tecniche di manipolazione e di relazione con gli oggetti in scena.

“- Perché non lo butti quel coso? - Perché prima o poi mi servirà! - Ma a che cosa? - Ancora non lo so, ma è bellissimo!” Ogni volta che inseriamo un oggetto in scena arricchiamo di dettagli il nostro racconto, la nostra azione. Ogni oggetto suggerisce un approccio diverso: una manipolazione, un movimento, uno sguardo. La relazione è fisica, immaginaria  intima, ritualistica. A partire dallo studio sensibile dalle cara teristiche dell'oggetto scelto approfondiremo il tipo di relazione che ne scaturirà al fine di creare un linguaggio fisico originale a servizio dell'immaginario dell'attore. Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

25|26|27 FEBBRAIO

tommaso contu

light designer

ILLUMINARE UN’OPERA

Questo corso vuole far avvicinare le persone interessate al mondo dell’illuminotecnica teatrale, dando loro delle basi. Il corso è composto da una parte teorica e una parte pratica. Il corso sarà accompagnato da dispense e materiale ad hoc per poter affrontare la lezione. Primo Giorno Le maestranze in teatro, Il teatro ed i luoghi dove farlo, Cenni di elettrotecnica, Proiettori convenzionali e non convenzionali. Secondo Giorno Consolle Luci, Trasmissione del segnale, Sistemi di apprendimento, Impianto teatrale, Ottica, Fisica della luce. Terzo Giorno Direttività della luce, Colori, Pianta luci, Cenni sulla progettazione teatrale.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

25|26|27 MARZO

GIORGIA GASPARETTO

SANTO PABLO KRAPPMANN

Autrice e coreografa | Regista e scenografo

MOSTRO (tutto)

Mostro tutto è lo studio della messa in scena delle nostre idee. Accompagnato da uno studio teorico composto di storyboard, disegni, giochi con oggetti e danza fino allo sviluppo pratico della creazione, scopriremo il mostro creativo eclettico che è in noi. Creeremo scenografie e costumi partendo dai materiali più semplici ed insieme impareremo ad indossarli in viaggio tra il nostro corpo e lo spazio. Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

22|23|24 APRILE

VINKA DELGADO

Autrice e artista circense

LA VOCE INTRAPPOLATA NEL CORPO

Costruzione e manipolazione libera di marionette corporali. Creeremo una marionetta semplice e personale con la quale partire ed esplorare diverse forme di manipolazione e integrazione con il corpo. Dare vita a una marionetta e contemporaneamente ricercare la corporeità personale. Generando un dialogo tra ciò che è inanimato e uno o più corpi, investigando la capacità di trasformare, deformare o espandere il nostro corpo e la nostra immaginazione. Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

27|28|29 MAGGIO

SARA ANGIUS

Autrice e coreografa

IL PERSONAGGIO E LA SUA FORMA

“Per me stesso io non ho altra realtà se non nella forma che riesco a darmi. E come? Ma costruendomi appunto.” Luigi Pirandello Chi sono e come mi muovo? Una ricerca basata sulla capacità di sviluppare il linguaggio corporeo e gestuale del personaggio. Partendo dalla sua postura, dalla presenza scenica, ricercando la andatura, la gestualità che lo caratterizzano fino ad arrivare al movimento e alla danza. Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

28|29|30 OTTOBRE

JONATHAN FRAU

Autore e artista circense

LE ORIGINI DEL CORPO LIBERO

Alla ricerca del "corpo libero" dell'attore, Un viaggio sensibile/sperimentale. Un’immersione nei cinque sensi per deviare un lavoro intellettuale, per sfiorare quello animale o tribale, o appunto sensoriale! le paure, corpo intelligente. la fiducia, corpo libero, il gioco! Arriveremo alle origini di un "corpo libero" dopo aver lasciato da parte il nostro "sapere" o corpo intellettuale. Attraverso un percorso di improvvisazione guidata, e attraverso un lavoro di scrittura-automatica e del disegno, possiamo avvicinarci alle origini di questo Corpo, alle sue memorie più essenziali. É un atto, é un rituale, é inevitabile.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

25|26|27 NOVEMBRE

LUCREZIA MAIMONE

Autrice / coreografa

IL DONO DELL’IMPREVISTO

L’immaginario di ogni artista è il motore di questo studio, attraverso ciò che si crea e attraverso le situazioni che si presentano, vengono sperimentate le linee guida tecniche del processo creativo. Allenare la creatività partendo dal vuoto, improvvisare, costruire relazioni, inventarsi problematiche e risolverle nella maniera più assurda. Ogni identità è un importante creatrice di mondi, attraverso i quali possiamo ridefinire il concetto di realtà come danzatore, circense, attore o musicista. Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

16|17|18 DICEMBRE

VALENTINA CORTESE

Autrice e danzatrice artista circense

REALTÀ E RAPPRESENTAZIONE | stimoli per la creazione

“Il più bel sentimento del mondo è il senso del mistero, chi non ha mai provato questa emozione ha gli occhi chiusi.” Albert Einstein Strumenti per la scrittura rivolti all’artista, e codici di lettura per lo spettatore. Ci interesseremo alla logica di scrittura della magie nouvelle, e in modo più ampio studieremo attraverso differenti linguaggi plastici, i codici delle illusioni (paradossi e processi cognitivi) utili alla creazione. (Escher, Leonardo Da Vinci, Queneau, Bach… ) Tratto dal Corso Magie nouvelle CNAC tenuto da Valentine Losseau e Raphael Navarro Il materiale creato nei tre giorni di ricerca verrà presentato al pubblico a fine laboratorio.

DURATA DEL LABORATORIO: 18 ore

giovedì, venerdì, sabato dalle 10:00 alle 17:00

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE

MODALITà D'ISCRIZIONE

PER ISCRIVERSI AI WORKSHOP ANATOMIE TEATRALI :

1) scaricare e compilare il modulo d'iscrizione del workshop a cui si desidera partecipare e inviarlo mediante e-mail a: anatomieteatrali@gmail.com

(il modulo d'iscrizione è scaricabile in questa pagina sotto la descrizione di ogni singolo workshop)

2) Confermare la partecipazione al corso inviando una mail ad anatomieteatrali@gmail.com allegando i seguenti documenti:

• Copia compilata e firmata del modulo di iscrizione (compreso il consenso per la privacy)

• Ricevuta di effettuato pagamento

Il singolo workshop ha un costo di 140 €.

Per i non residenti, per chi gli iscritti a più di 3 workshop e per Il Collettivo Gli Erranti il costo è di 120 €.

PER ISCRIVERSI AL CORSO COMPLETO ANATOMIE TEATRALI :

1) Scaricare e compilare il modulo in tutte le sue parti.

2) Confermare la partecipazione al corso inviando una mail ad anatomieteatrali@gmail.com allegando i seguenti documenti:

• Copia compilata e firmata del modulo di iscrizione (compreso il consenso per la privacy)

• Ricevuta di effettuato pagamento

Il corso completo ha un costo totale di 1000 € più la quota di iscrizione di 50 € (comprensiva di assicurazione e tessera associativa)

E’ possibile dilazionare il pagamento del corso in tre rate:

1) Prima rata da 400 € entro il 25 Gennaio 2021

2) Seconda rata da 300 € entro il 25 Aprile 2021

3) Terza rata da 300 € entro il 25 Ottobre 2021

SCARICA MODULO D'ISCRIZIONE AL CORSO COMPLETO

COME SI PAGA:

  • mediante bonifico bancario sul conto corrente di ASSOCIAZIONE TERSICOREA presso Banca Intesa San Paolo - IBAN: IT19N0306909606100000005979 (indicare nella causale nome | cognome | anatomie teatrali 2021).

  • previo appuntamento, presso la segreteria del T.Off - Officina delle arti sceniche in via Nazario Sauro 6, Cagliari.

programma intensivo

5 settimane

30 | 31 AGOSTO 1 | 2 | 3 SETTEMBRE

LEILA KA | ALEXANDRE FANDARD

LABORATORIO: UNDER THE FLESH

I due coreografi Alexandre Fandard e Leila Ka trasmetteranno i loro linguaggi, training e strumenti di creazione attraverso il laboratorio. Un materiale composto da gesti e stati del corpo significativi che parlano di umanità. Il corpo, la sua presenza fisica e sonora e anche lo sguardo sono utilizzati come un’estensione del linguaggio coreografico.

4 SETTEMBRE | SPETTACOLi

C’EST TOI QU’ON ADORE 

messa in scena, coreografia: Leïla Ka interpretazione: Leïla Ka, Rebecca Journo luci: Laurent Fallot 

TRÈS LOIN, À L’HORIZON

messa in scena, coreografia: Alexandre Fandard interpreti: Leila Ka e Jennifer Dubreuil creazione sonora: Alexandre Fandard Produzione: Compagnie Al-Fa

6 | 7 | 8 | 9 | 10 SETTEMBRE

SARA ANGIUS | JORGE MENDEZ

LABORATORIO: LA POETICA DEL DISASTRO

I due autori si incontrano per trasmettere due poetiche complementari a cavallo tra la danza e il circo. Sara Angius, coreografa e danzatrice, parte dal corpo per sviluppare le movenze del personaggio, le sue forme possibili e le gestualità che lo caratterizzano capaci di restituire una narrazione. Jorge Mendez, ricercatore dell’acrobazia eccentrica e dello slapstick, rompe le linee rette e stilizzate della ginnastica e della danza per offrire un'immagine accidentale durante l'esecuzione. Un'ottima opportunità per imparare questo fantastico strumento scenico dove si approfondirà lo studio della lotta scenica, colpi con tutti i tipi di mobili e strutture, cadute orizzontali e scivolate.

11 SETTEMBRE | SPETTACOLO THE WOMAN WHO HAD TWO NAVELS

Coreografia e Concetto: Sara Angius con: Sara Angius & Stefano Roveda ideazione e costruzione della figura: Johanna Ehlert scenografia: Dominic Mangione mentoring: Johanna Ehlert & Anthony Mathieu disegno luce: Harry Heutink

13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 SETTEMBRE

JONATHAN FRAU | LUCREZIA MAIMONE

LABORATORIO: SURREALISMO SUBLIMINALE

I due autori Jonathan Frau e Lucrezia Maimone propongono un tuffo nella partitura surrealista da anni oggetto delle loro ricerche personali. Ispirati dai maestri della rivoluzione visiva surrealista come Dalì, Buñuel e Magritte, sviluppano per tappe il concetto del teatro del sogno. Il desiderio di condividere strumenti di creazione e di ricerca che lasciano spazio al regno del simbolo e della metafora, per abbandonare ogni logica narrativa, cronologica e lasciare andare le spiegazioni razionali. Disorientarsi insieme e perdere i legami causali, per poi lasciare spazio alla dimensione onirica dove le immagini sembrano illuminarsi ed avere un senso, ritrovando il nesso di causa ed effetto in un nuovo modo di vedere la realtà. Bellezza e poesia possono essere fatti accidentali, quasi inevitabili!

18 SETTEMBRE | PRESENTAZIONE

Il laboratorio di creazione prevede come tappa formativa, una presentazione al pubblico a cura di Jonathan Frau e Lucrezia Maimone con in scena gli artisti partecipanti.

20 | 21 | 22 | 23 | 24 SETTEMBRE

DANIELE PETTINAU

LABORATORIO: MORTE E RESURREZIONE DELLA BUON ANIMA DI UN CLOWN Lo studio che viene proposto in questa esperienza teatrale, parte dalla fine di tutto quello che siamo, dalle nostre certezze, dalle nostre qualità e dalle nostre faticosissime maschere convenzionali per andare a tirar fuori le nostre nefandezze e i nostri segreti che ci accompagnano fin dall’infanzia o forse da molto più lontano.

VINCENZO DE ROSA

LABORATORIO: COME AMMINISTRARE UNA COMPAGNIA

Vincenzo De Rosa, direttore  e artista della compagnia Teatro del Sottosuolo, insegnerà come gestire al meglio la professione e comprendere la struttura amministrativa dietro la categoria. Questo percorso fa parte della tutela amministrativa e delle modalità ad essa attinenti di cui ogni artista ha necessità per essere riconosciuto come un lavoratore.

25 SETTEMBRE | SPETTACOLO

SIMPOSIO DEL SILENZIO

una creazione di Lucrezia Maimone con Lucrezia Maimone e Damien Camunez ambiente sonoro Lorenzo Crivellari | violino Elsa Paglietti mentoring coreografico e drammaturgico Stefano Mazzotta, Jonathan Giard disegno luci Tommaso Contu produzione Zerogrammi.

27 | 28 | 29 | 30 SETTEMBRE 1 | 2 OTTOBRE

SIDE CIRQUE

CREAZIONE FINALE

Edoardo Demontis, Salvatore Frasca, Philine Dahlmann accompagnano gli artisti partecipanti nella costruzione della creazione collettiva di fine corso. Una settimana preziosa in cui gli artisti partecipanti possono mettere alla prova gli strumenti di creazione studiati durante il programma e conoscere nuovi stimoli scaturiti dalla regia degli artisti del Side Cirque, che condivideranno la loro poetica e le loro tecniche di messa in scena e presentazione. Al termine della settimana e a conclusione del percorso, si presenterà la creazione finale al pubblico, una grande occasione per condividere la scena e vivere il lavoro in collettivo.

2 OTTOBRE | PRESENTAZIONE 

MODALITà D'ISCRIZIONE

L'iscrizione al programma intensivo di 5 settimane ha un costo di 1.000 euro.

Il costo è soggetto a riduzioni e agevolazioni nel caso in cui il partecipante non sia residente in Sardegna.

PER ISCRIVERSI:

Le iscrizioni per il programma intensivo di 5 settimane saranno aperte da Marzo 2021 a luglio 2021.

In un processo creativo il pubblico viene spesso visto come fruitore finale, giudice ed entità unica indistinta. La società stessa ci educa a vedere la presentazione dello spettacolo al pubblico come l’atto finale del percorso che porta dall’idea alla creazione. Per queste ragioni l’artista tende a proteggere e nascondere il proprio lavoro, chiudendolo dentro un luogo confortevole separato dalla realtà che lo circonda. L’artista è il primo giudice di se stesso e la propria creatura viene considerata indegna di vedere la luce se ancora incompiuta. Ma non c’è forse bellezza in una radice? Non c’è magia in una crisalide? Troppo spesso dimentichiamo che la parte più bella del viaggio non è la meta, ma il percorso che viene compiuto.

 

Per ribaltare questi concetti fallaci, nasce Assaggi di Scena che apre i battenti nei determinati periodi dei workshop Anatomie Teatrali. Incoraggiamo gli artisti ad aprire al pubblico i propri lavori così che possano vivere dal vivo i progetti che si stanno sviluppando, osservando da vicino i processi creativi che vengono presentati in diversi formati. In questo modo, curiosi e interessati, potranno condividere questi unici momenti per vivere da dentro quello che gli artisti fanno tutti i giorni, ed imparare ad empatizzare con essi. 

ASSAGGI DI SCENA Assaggi di scena è un momento in cui pubblico ed artisti possono dialogare sulla creazione in maniera costruttiva. Un momento fondamentale per l’artista, in cui potrà aprire la propria coscienza ad un occhio esterno che non sia quello degli “addetti ai lavori”, ed insieme alle loro considerazioni, dubbi e curiosità potrà lasciarsi ispirare a proseguire il grandioso viaggio della creazione.

Se è spesso molto facile per gli artisti circensi e i danzatori contemporanei valutare il rischio cercando l’equilibrio nell’instabilità o lanciando un oggetto al limite del recuperabile, assumersi un reale rischio artistico può essere molto più complicato. L’impegno creativo di rompere le barriere sconfinando dalle proprie regole e allontanando il concetto del limite, permette di elevare il rischio artistico che, al contrario, porterà verso un eccezionale profondità e dimestichezza nel navigare l’imprescindibile incertezza. L'incertezza di fronte al rischio drammaturgico è infatti un’ancora di salvezza per creare una situazione favorevole capace di estendere i margini della creatività.

 

Gli artisti si trovano ripetutamente ad esprimere giudizi estetici, spesso in spazi privati, all'interno di un gruppo o in solitudine, raccontando dalla danza, dal teatro e dal circo ciò che sentono. Per questo motivo nascono le domeniche di scambio di drammaturgia e scrittura scenica. Questi incontri ci permettono di condividere l’approfondimento di una tecnica, la trasposizione di un concetto, o come evocare nuove percezioni con materiale estratto dal laboratorio o lavorato in studio.

Uno spazio in cui persone provenienti da diversi campi artistici possono condividere la sfida alle leggi fisiche, sociali, politiche ed estetiche, nonché mettere in discussione le nostre capacità, le percezioni di ciò che ci circonda e la loro successiva traduzione.

CONTATTI

Per qualsiasi informazione

anatomieteatrali@gmail.com

347 7463889 (Lucrezia)

345 4656598 (Riccardo)

T.Off

Via Nazario Sauro 6, Cagliari

logo lupaM